Servizi

Progettiamo, installiamo e manuteniamo impianti di qualsiasi tipo. Forniamo formazione specialistica alle aziende su antincendio e sicurezza.

Può essere utilizzato l'estintore ad anidride carbonica (CO2), in quanto è un gas inerte e dielettrico (di natura isolante). Al momento dell'azionamento, l'anidride carbonica contenuta nel corpo dell'estintore, spinta dalla propria pressione interna, pari a circa 55/60 bar (a 20°C), raggiunge il cono diffusore, dal quale, tramite il passaggio obbligato attraverso un filtro frangigetto si espande, con una temperatura di circa -78°C, sottoforma di neve carbonica o ghiaccio secco.

Il gas circonda i corpi in fiamme, abbassa la concentrazione d'ossigeno e provoca lo spegnimento per raffreddamento e soffocamento. Gli estintori a CO2 (Anidride Carbonica), per la loro azione istantanea, sono indubbiamente i più efficaci, in particolare per cabine elettriche, di trasformazione, etc. Pertanto nelle cabine elettriche di trasformazione possono essere utilizzati.

Perché POSSONO e non DEBBONO essere utilizzati?

L'estintore a co/2 non copre la classe di spegnimento A (la cabina elettrica è un incendio di classe A). Il D.M.10.03.1998 AL PUNTO 5.1 classifica gi incendi di classe A incendi di materiali solidi, usualmente di natura organica, che portano alla formazione di braci.

Alla luce di quanto sopra, l'estintore idoneo allo spegnimento è l'estintore a polvere avente classe di spegnimento ABC.
Cio' non toglie la possibile installazione dell'estintore a CO/2 per piccoli principi d'incendio ove l'estintore a polvere, mediante la fuoriuscita dell'estinguente, danneggerebbe la cabina in maniera irreparabile. Molti vigili del fuoco li accettano. L'installazione perfetta è un estintore a polvere e uno a co/2 all'interno di una cassetta a doppio contenuto.
Formazione del personale sul corretto utilizzo, per principi d'incendio estintore a co/2, per incendi rilevanti estintore a polvere.