News

Le notizie sul mondo della SAMI Impianti e dell'impiantistica professionale.

Legge di Stabilità 2016: a chi si applica il Super-ammortamento al 140%?

La Legge di Stabilità 2016 ha previsto la possibilità di operare un Super-ammortamento al 140% per gli investimenti in beni materiali nuovi effettuati dal 15 Ottobre 2015 al 31 Dicembre 2016.

L'obiettivo principale del Super-ammortamento è quello di incentivare gli investimenti in beni materiali strumentali nuovi, attraverso una maggiorazione percentuale del costo fiscalmente riconosciuto dei beni medesimi, consentendo, ai fini IRES ed IRPEF l'imputazione al periodo d'imposta di quote d'ammortamento e di canoni di locazione finanziaria più elevate. Infatti, tale beneficio interessa sia i beni strumentali acquistati in proprietà, sia quelli acquisiti attraverso contratti di leasing finanziario.

Il Super-apportamento: ambito applicativo

La Legge di Stabilità 2016 dal punto di vista pratico dispone che gli interessati all'agevolazione in fase di dichiarazione dei redditi dovranno effettuare un'ulteriore variazione in diminuzione rispetto all’ammortamento imputato a conto economico per lo stesso bene, la quale poterà benefici sul piano fiscale e civilistico:

  • da un lato, l’agevolazione in commento determina l’irrilevanza contabile del beneficio fiscale;
  • dall'altro lato, tale beneficio consentirà al contribuente di effettuare una diminuzione in sede di dichiarazione dei redditi: essendo le differenze definitive e non temporanee non è necessario stanziare alcuna fiscalità differita.

Il Super-apportamento al 140%: quanto durerà

Il beneficio sarà applicabile solo e soltanto agli investimenti effettuati nella finestra temporale che va dal 15 Ottobre 2015 al 31 Dicembre 2016.
Per individuare l’esatto momento in cui l’investimento è stato effettuato, anche se la norma non prevede ciò espressamente, così da verificare se lo stesso rientra nell'arco temporale utile ad usufruire dell'agevolazione, ci si avvale delle disposizioni del TUIR, facendo riferimento alle norme generali.
Quindi, le spese sostenute per l’acquisizione dei beni mobili vanno considerate compiute alla data della consegna o spedizione oppure, se diversa e successiva, alla data in cui si verifica l’effetto traslativo o costitutivo della proprietà o di altro diritto reale.
Va precisato che tale agevolazione trova applicazione sugli investimenti effettuati sia dai soggetti titolari di reddito d'impresa, sia dagli esercenti arti e professioni.